Mercedes-Benz Classe C: Impostazione della velocità - TEMPOMAT - Sistemi di guida assistita - Marcia e parcheggio - Mercedes-Benz Classe C - Manuale del proprietarioMercedes-Benz Classe C: Impostazione della velocità

Tenere presente che l'esecuzione dell'intervento di accelerazione o decelerazione del veicolo fino alla velocità memorizzata può richiedere alcuni istanti.

Spingere la leva del TEMPOMAT verso l'alto per aumentare la velocità oppure verso il basso per diminuirla.

Tenere in tale posizione la leva del TEMPOMAT fino al raggiungimento della velocità desiderata.

Rilasciare la leva del TEMPOMAT.

  • La nuova velocità è memorizzata.

    Impostazione ad intervalli di 1 km/h: spostare brevemente la leva del TEMPOMAT fino al punto di resistenza, portandola verso l'alto oppure verso il basso .

  • L'ultima velocità memorizzata aumenta o diminuisce a intervalli di 1 km/h.

    Impostazione a intervalli di 10 km/h: spostare brevemente la leva del TEMPOMAT oltre il punto di resistenza, portandola verso l'alto oppure verso il basso .

  • L'ultima velocità memorizzata aumenta o diminuisce a intervalli di 10 km/h.

    Informazioni

    Il TEMPOMAT non si disattiva quando si accelera. Se il guidatore accelera per effettuare un sorpasso, conclusa l'operazione il TEMPOMAT ripristina l'ultima velocità memorizzata.

      Leggi anche:

      Opel Astra. Sistema di riscaldamento e di ventilazione
      Comandi per: temperatura distribuzione dell'aria, , e velocità della ventola sbrinamento e disappannamento Lunotto termico . Specchietti retrovisori esterni termici . Sedili riscaldati . Volante riscaldato . Temperatura rosso : caldo blu : freddo Il riscaldamento entra in piena efficienza solo quando il motore raggiunge la temperatura di esercizio. Distribuzion ...

      KIA Cerato. Manutenzione delle spazzole
      NOTA È noto che le cere calde applicate dai lavaggi automatici rendono difficile la pulizia del parabrezza. La contaminazione con materiale estraneo sia del parabrezza che delle spazzole possono ridurre l'efficienza dei tergicristalli. Fonti abituali di contaminazione sono insetti, resina delle piante, e i trattamenti di ceratura a caldo utilizzati da alcuni impianti di lava ...